Notizie

Mosche nella rete di Wang,
“Puniti oltre 1 milione
di funzionari locali corrotti”




Alla vigilia del 19° Congresso del Partito comunista cinese (Pcc) che si aprirà a Pechino il 18 ottobre prossimo, la Commissione centrale di vigilanza (CCDI) ha pubblicato un resoconto degli ultimi cinque anni della colossale mani pulite voluta dal presidente Xi Jinping.

 

L’organismo del Pcc che sovrintende all’anti-corruzione ha reso noto che sono stati “puniti” circa 1.343.000 funzionari locali, tra i quali 648.000 funzionari di villaggio.

 

Nell’ultimo quinquennio, la CCDI ha controllato 155.000 organizzazioni di partito nelle quali ha raccolto una quantità massiccia di documentazione e prove per le sue indagini.

Secondo l’organismo presieduto da Wang Qishan (membro del Comitato permanente del Politburo e braccio destro di Xi nella lotta al malaffare), queste statistiche dimostrano che il Partito è riuscito a estendere la sua severa disciplina anche a livello locale.

 

A poco più di una settimana dall’appuntamento che segnerà il rinnovo di gran parte della leadership cinese, la CCDI vuole dimostrare che la campagna di Xi ha rispettato l’ordine del presidente di colpire non solo le “tigri”, ma anche le “mosche”: le teste cadute di centinaia di migliaia di funzionari di rango inferiore sono altrettanto importanti di quelle di simboli come l’ex capo dei servizi di sicurezza Zhou Yongkang – sostiene la Commissione – perché la loro rimozione contribuisce alla pulizia e all’efficienza del Partito e prova che quella scatenata da Xi nel 2013 non era una campagna contro rivali nel Partito.

 

Wang Qishan ha raggiunto i 68 anni, che secondo le norme non scritte del Pcc rappresentano il limite per essere eletto nei suoi organismi apicali. Ma nelle ultime settimane si rincorrono le voci secondo le quali il presidente cinese potrebbe imporre uno strappo alla regola, per continuare ad avere al suo fianco nell’organismo di sette membri che, di fatto, governa il Paese, l’uomo che ha contribuito al consolidamento del suo potere eliminando una serie di pezzi da novanta, corrotti che erano anche avversari di Xi.



Commenti


Articoli correlati