Notizie

Rapporto di Boeing:
Pechino investirà
1.000 miliardi in aeroplani




Nei prossimi 20 anni, la Cina acquisterà 6.810 aerei, spendendo 1.025 miliardi di dollari per rinnovare le flotte delle sue compagnie aeree, sotto la spinta di una forte domanda del turismo interno e di quello diretto verso l’estero.
La previsione – fino al 2035 – è contenuta in un documento pubblicato oggi da Boeing che ritocca (+7,6%) la sua precedente stima di 6.330 velivoli fino al 2034.

 

“La continua espansione della classe media, assieme a nuove politiche sui visti e un’ampia gamma di aerei a fusoliera larga… ci lasciano immaginare un futuro molto brillante per il mercato cinese nel lungo termine”, ha dichiarato in un comunicato Randy Tinseth, vice presidente del marketing di Boeing Commercial Airplanes.

 

 

Secondo il funzionario della multinazionale californiana, il traffico passeggeri in Cina crescerà mediamente del 6,4% nei prossimi due decenni.
Mentre altre corporation statunitensi hanno espresso preoccupazione per il rallentamento della crescita economica cinese (+6,9% nel 2015), per Boeing il gigante asiatico rimane uno dei mercati strategici, dal quale non attende alcun rallentamento della domanda.

 

Quello aerospaziale è uno dei dieci settori chiave di “China 2025”, il piano varato dalla leadership cinese per provare a colmare il gap tra l’industria nazionale e quella dei paesi più avanzati.
Boeing (così come la rivale Airbus) ha stretto una joint venture con l’azienda di Stato Aviation Industry Corp. of China (AVIC) per la produzione nella Repubblica popolare componenti di aeroplani.

 



Commenti


Articoli correlati